Codice deontologico del Mental Coach

Il Codice Etico dei Mental Coach di “Brain2Gain” by IMSA è composto da cinque parti principali:

  1. – INTRODUZIONE

  2.  – APPLICAZIONE

  3. – DEFINIZIONI

  4. – VALORI FONDAMENTALI E PRINCIPI ETICI DI B2G

  5. – STANDARD ETICI

  6. – IMPEGNO

1. INTRODUZIONE

IMSA, come scuola di formazione, e Brain2Gain, come ramo Coaching attualmente non è legata ad alcuna federazione e/o associazione di coaching in particolare, ma riconosce la International Coach Federation (ICF Global) quale federazione di riferimento e ICF Italia l’associazione di Coach professionisti di riferimento;  per tanto il nostro codice deontologico sarà affine all’associazione e alla federazione citate prima.

Il Codice Deontologico descrive i valori fondamentali di Brain2Gain, nonché i principi e gli standard di comportamento etici per tutti i Mental Coach di Brain2Gain. 

Il Codice Etico di B2G serve a sostenere l’integrità della stessa B2G e della professione di coaching a livello globale:

  • Condividendo ed osservando gli standard di condotta coerenti con i valori fondamentali e i principi etici di ICF Global e Italia;
  • Istituendo una gerarchia interna in cui i Mental Coach all’uopo individuati facciano da guida, formatori e consulenti per processi decisionali etici;
  • Istituendo un Team ispettivo che giudichi e preservi gli standard dei coach B2G.
  • Dedicando un modulo  specifico sull’Etica B2G all’interno dei corsi formazione organizzati.

La sfida di lavorare eticamente nasce dal fatto che i Mental Coach, nell’ambito delle loro esperienze, incontrano inevitabilmente situazioni che richiedono risposte a questioni inaspettate, risoluzione di dilemmi e soluzione di problemi.  Il presente Codice Etico ha lo scopo di supportare le persone che ne sono soggette, mostrando loro la varietà dei fattori etici da dover prendere in considerazione e aiutarle ad identificare modalità alternative di approcciare un comportamento etico.

Tutti i Mental Coach di Brain2Gain accettano il Codice Etico e si impegnano fermamente ad essere etici anche quando ciò implica dover prendere decisioni difficili o agire coraggiosamente.

Si ribadisce che l’adesione ad una associazione è un atto volontario da parte del coach professionista, non dettato da alcun obbligo di legge. Tutte le associazioni sono uguali davanti alla legge e ciascun coach può scegliere quella che preferisce, in virtù dei servizi offerti. Per tanto il Mental Coach B2G certificato non è vincolato ad aderire a Brain2Gain ma è libero anche di iscriversi a più di una associazione di coaching.

La qualità di una scuola di coaching è data dal rigore dell’insegnamento, dalla professionalità e certificazione dei docenti e dal rispetto del codice deontologico.

2. APPLICAZIONE

Il Codice Etico di B2G è applicabile ogni qual volta un Mental Coach presenta sé stesso come membro di Brain2Gain o IMSA, in qualsiasi interazione collegabile al coaching. Ciò vale indipendentemente dal fatto che sia stata stabilita una relazione di coaching (vedi definizione). Il presente codice esprime con chiarezza gli obblighi etici dei Mental Coach di B2G che agiscono nei loro diversi ruoli di Master Coach, Coach Supervisor, Mentor Coach, Coach Trainer o Allievo Aspirante Coach in fase di formazione, o che ricoprono un ruolo di Leadership in B2G, o che fanno parte del personale di supporto (vedi definizioni).

La disciplina ci rende liberi

3. DEFINIZIONI

  • “Coachee” – l’individuo o il team/gruppo che riceve coaching.
  • “Allievo” –  il coach che riceve mentoring o supervisione, o il coach o lo studente coach in fase di formazione.
  • “Coaching” – collaborare con il Coachee in un processo creativo che attiva la riflessione, ispirandoli a massimizzare il loro potenziale personale e professionale.
  • “Relazione di coaching” – una relazione stabilita tra un Mental Coach B2G e uno o più Coachee tramite un accordo o un contratto che definisce le responsabilità e le aspettative di ciascuna delle parti.
  • “Codice” – Il Codice deontologico di Brain2Gain.
  • “Riservatezza” – protezione di qualsiasi informazione ottenuta durante l’incarico di coaching a meno che non venga dato il consenso al rilascio.
  • “Conflitto d’interessi” – una situazione in cui un Mental Coach B2G è coinvolto in molteplici interessi ed in cui il rispetto di un interesse può scontrarsi o essere in conflitto con un altro. Ciò può avvenire a livello finanziario, personale o altro.
  • “Uguaglianza” – una situazione in cui tutte le persone si sentono incluse avendo accesso a delle risorse e delle opportunità indipendentemente della loro etnia, etnicità, origine nazionale, colore, genere, orientamento sessuale, identità di genere, età, religione, status di immigrazione, abilità mentale e fisica o altre aree di differenziazione umana.
  • “Mental Coach B2G” – persone che si presentano come Mental Coach di Brain2Gain, settore ufficiale di International Military Sports Academy (IMSA).
  • “Membri IMSA” – persone che si presentano come appartenenti ad uno o più settori di IMSA, in ruoli che includono e non si limitano a quello del Coach, del Coach Supervisor, del Mentor Coach, del Coach Trainer e dello Studente di Coaching.
  • “Staff IMSA” – Il personale di supporto IMSA che ha un contratto di collaborazione con l’associazione che offre servizi di gestione e amministrazione per conto di IMSA.
  • “Coach Interno” – una persona che è impiegata all’interno di un’organizzazione ed eroga servizi di coaching part-time o full-time agli impiegati della stessa organizzazione.
  • “Sponsor” – l’organizzazione (compresi i suoi rappresentanti) che paga e/o organizza o definisce i servizi di coaching da erogare.
  • “Personale di supporto” – le persone che lavorano per i Mental Coach di B2G a supporto dei Coachee.
  • “Uguaglianza sistemica” – uguaglianza di genere, uguaglianza di etnia e altre forme di uguaglianza che sono istituzionalizzate nei principi etici, nei valori fondamentali, nelle strutture e culture di comunità, organizzazioni, nazioni e società.

Il coraggio fisico è un istinto animale; il coraggio morale è un coraggio molto più alto e più vero.

4. VALORI FONDAMENTALI E PRINCIPI ETICI DI B2G

Il Codice Deontologico di B2G è fondato sui valori fondamentali di B2G e sulle azioni che ne conseguono.

I valori sono tutti di uguale importanza e si supportano a vicenda. Sono valori ambiziosi che dovrebbero essere intesi come mezzo per comprendere e interpretare gli standard.

Tutti i Mental Coach B2G sono chiamati a mostrare e a diffondere questi Valori in ogni loro interazione.

La morale è uno stato mentale. È risolutezza, coraggio e speranza.

5. STANDARD ETICI

Si applicano i seguenti standard:

 

Sezione I – Responsabilità verso i Coachee

Come Mental Coach B2G, io:

  1. Spiego e mi assicuro prima o durante l’incontro iniziale, che il/i mio/miei Coachee e/o Sponsor comprendano la natura ed il valore potenziale del coaching, le condizioni e i limiti della riservatezza, gli accordi finanziari, ed ogni altro termine previsto dall’accordo di coaching.
  2. Stipulo, prima dell’inizio della prestazione, un accordo/contratto sui ruoli, le responsabilità e i diritti di tutte le parti coinvolte, insieme al/ai mio/miei Coachee e/o Sponsor.
  3. Mantengo i più rigorosi livelli di riservatezza con tutte le parti come concordato. Sono a conoscenza e accetto di rispettare tutte le leggi applicabili in materia di dati personali e comunicazioni.
  4. Ho una chiara comprensione di come devono circolare le informazioni tra tutte le parti coinvolte durante le interazioni di coaching.
  5. Ho degli accordi chiari, con i Coachee, con gli Sponsor o altre parti interessate, in merito alle condizioni in base alle quali le informazioni non saranno mantenute riservate (ad esempio nel caso di attività illegali, se richiesto dalla legge o ai sensi di ordinanze o citazioni in giudizio; rischio di pericolo imminente o probabile riguardante se stessi o altri; ecc.). Laddove io ritenga ragionevolmente applicabile una delle circostanze di cui sopra, potrò ritenere necessario informare le autorità competenti.
  6. Lavorando come Coach interno, gestisco conflitti di interesse o potenziali conflitti di interesse con i miei Coachee e/o Sponsor attraverso accordi di coaching e un dialogo continuo. Ciò include anche la gestione di ruoli organizzativi, responsabilità, relazioni, documentazioni, riservatezza e altra reportistica.
  7. Conservo, archivio e smaltisco qualsiasi documento, file elettronico e comunicazione, creati durante le mie interazioni professionali, in modo da promuovere la riservatezza, la sicurezza e la privacy, nel rispetto di tutte le leggi e gli accordi applicabili. Inoltre, mi adopero a fare un uso adeguato di tutte le nuove tecnologie sviluppate per essere utilizzate nei servizi di coaching (servizi di coaching dalla tecnologia) e di essere consapevole di come i vari standard etici devono esse applicabili.
  8. Sono attento ai segnali che potrebbero indicare che è mutato il valore ricevuto dal Coachee nella relazione di coaching. Se ciò si dovesse verificare, modifico la relazione o invito il/i Coachee e/o Sponsor a cercare un altro coach, un altro professionista o di usare un metodo diverso.
  9. Rispetto il diritto di tutte le parti di interrompere la relazione di coaching in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo durante il processo di coaching, secondo quanto previsto dall’accordo.
  10. Sono consapevole delle implicazioni generate dall’avere più contratti e relazioni con lo stesso Coachee e/o Sponsor nello stesso periodo di tempo, al fine di evitare situazioni di conflitto di interessi.
  11. Sono consapevole e gestisco attivamente ogni differenza di potere o di status tra il Coachee e me, che possa essere causata da questioni culturali, relazionali, psicologiche o di contesto.
  12. Rivelo ai miei Coachee i potenziali compensi e altri benefici che potrei ricevere presentandoli a terzi.
  13. Assicuro in ogni relazione una costante qualità del coaching, indipendentemente dall’importo o dalla forma di remunerazione concordata.

 

Sezione II – Responsabilità verso la pratica e la performance

Come Mental Coach B2G, io:

  1. Aderisco al Codice Etico di B2G in tutte le mie interazioni. Quando mi rendo conto di una possibile violazione del Codice da parte mia o riconosco comportamenti non etici in un altro Mental Coach B2G, sollevo rispettosamente la questione con le persone coinvolte. Se ciò non risolve la questione, la riporto ad un’autorità formale (ad es. il direttivo di IMSA) per la risoluzione.
  2. Chiedo a tutto il personale di supporto l’adesione al Codice Etico di B2G.
  3. Mi impegno per l’eccellenza attraverso il continuo sviluppo personale, professionale ed etico.
  4. Sono consapevole dei miei limiti personali o delle circostanze che potrebbero pregiudicare, o entrare in conflitto o inferire con le mie prestazioni di coaching o con le mie relazioni di coaching professionale. Chiederò supporto per identificare le azioni da intraprendere e, se necessario, cercherò prontamente una guida professionale adeguata. Ciò può includere la sospensione o l’interruzione della/e mia/e relazione/i di coaching.
  5. Risolvo qualsiasi conflitto d’interesse, o potenziale conflitto d’interesse, affrontando la questione con le parti interessate, cercando supporto professionale o sospendendo temporaneamente o interrompendo la relazione professionale.
  6. Proteggo la privacy dei membri dell’ICF e utilizzo le loro informazioni di contatto (indirizzi e-mail, numeri di telefono, ecc.) solo se autorizzato da ICF o dal membro dell’ICF.

 

Sezione III – Responsabilità in termine di professionalità

Come Mental Coach B2G, io:

  1. Descrivo con precisione le mie qualifiche nel coaching, il mio livello di competenza di coaching, la mia expertise, la mia esperienza, la mia formazione e le mie certificazioni.
  2. Faccio dichiarazioni verbali e scritte veritiere e precise su ciò che offro come Mental Coach B2G, su ciò che offre B2G, sull’attività di coaching e sul valore potenziale del coaching.
  3. Comunico e creo consapevolezza verso coloro che devono essere informati sulle responsabilità etiche stabilite da questo Codice.
  4. Mi prendo la responsabilità di essere consapevole e di stabilire confini chiari, appropriati e culturalmente sensibili, nel regolare le interazioni, fisiche o di altro tipo.
  5. Escludo ogni forma di coinvolgimento sessuale o sentimentale con Coache o Sponsor. Sono sempre attento a mantenere un livello di intimità appropriato per la relazione. Qualora non lo fosse prendo le misure adeguate per risolvere il problema o annullare l’incarico.

 

Sezione IV – Responsabilità verso B2G (e IMSA)

Come Mental Coach B2G, io:

  1. Evito la discriminazione mantenendo equità ed uguaglianza in tutte le attività ed operazioni, nel rispetto delle norme e delle pratiche culturali locali. Ciò comprende, ma non si limita a, ogni discriminazione per età, etnia, espressione di genere, etnicità, orientamento sessuale, religione, origine nazionale, disabilità o status militare.
  2. Riconosco e onoro i contributi e la proprietà intellettuale di altri, rivendicando la proprietà solo del mio materiale. Sono consapevole che il mancato rispetto di questo standard mi può esporre ad azioni legali da parte di terzi.
  3. Sono onesto e lavoro nell’ambito di standard scientifici riconosciuti, delle linee guida applicabili in materia e delle mie competenze, quando faccio ricerca o ne riferisco.
  4. Sono consapevole dell’impatto mio e dei miei Coachee sulla società. Aderisco alla filosofia del “fare ciò che è bene” anziché “evitare ciò che è male”.

La morale è uno stato mentale. È risolutezza, coraggio e speranza.

6. IMPEGNO

Come Mental Coach B2G, in conformità con gli Standard del Codice Deontologico di B2G, riconosco e accetto di adempiere ai miei obblighi etici e legali nei confronti dei miei Coachee, degli Sponsor, dei colleghi e del pubblico in generale.

Se non rispetto una qualsiasi parte del Codice, accetto che B2G (o IMSA), a sua esclusiva discrezione, possa ritenermi responsabile per tale comportamento.

Accetto inoltre che la mia responsabilità nei confronti di B2G (o IMSA) per qualsiasi violazione del Codice, possa includere sanzioni, come l’obbligo di ulteriore formazione di coaching o altra formazione o la perdita della membership IMSA e/o di eventuali contratti di collaborazione tra me e B2G (o IMSA).

Condividi!